Dal 7 al 15 luglio torna il Varignana Music Festival con la formula vincente delle precedenti edizioni, dove musica e buona tavola legano artisti e ospiti

Arrivato alla quarta edizione, il Varignana Music Festival, si terrà dal 7 al 15 luglio, promette grandi emozioni. La direzione artistica di Bruno Borsari, insieme all’Associazione Musica Insieme, ha dato un programma musicale di grandissima qualità, portando a Palazzo Varignana artisti internazionali e creando, per l’occasione, una compagine “in residenza” del Festival: il Coro e Orchestra del Varignana Music Festival, diretta da Lorenzo Bizzarri. Proprio a questa compagine verrà affidata la serata inaugurale del Festival, il Grand Opening del 7 luglio: Il Paese del Belcanto.

Al termine di ogni concerto ci sarà un momento conviviale tra ospiti e artisti

«La nostra valle è conosciuta come Motor Valley, per la presenza delle grandi case automobilistiche; o come Food Valley, per la cucina regionale nota in tutto il mondo. Il nostro proposito è che sia riconosciuta anche come terra della musica – spiega la scelta artistica il direttore Borsari – Da Rossini a Verdi, da Bellini a Mascagni, la nostra valle ha dato i natali a grandissimi talenti musicali, conosciuti in tutto il mondo».

«Per me – prosegue Borsari – questo Festival rappresenta una sfida. Non esiste, nel panorama bolognese, un Festival estivo dedicato alla musica classica. Il periodo, piena estate, rappresentava un’ulteriore sfida, vista  la difficoltà di reperire gli artisti, in quel periodo già impegnati in tournée, o già in vacanza. Ma già dalle prime edizioni, si è rivelato un successo».

Borsari e il management di Palazzo Varignana hanno creduto molto nelle potenzialità del luogo e nella formula magica che si sarebbe innescata tra artisti e ospiti presenti al Resort.

Palazzo di Varignana è splendido resort sulle colline bolognesi, immerso in ben 30 ettari di parco di verde, ha un fascino indubbio. Per la residenza, un’antica villa del 1705; per la posizione, con una vista mozzafiato sulla città; per i suoi giardini, inseriti nel circuito “Grandi Giardini Italiani”; per i ristoranti in cui si possono sperimentare la cucina tradizionale unita alla sperimentazione; infine per la sua Spa, dove godere di ore di relax e “gioiosa quiete”; per tutto questo, e molto altro, Palazzo di Varignana è un’oasi che permette a chi qui si rifugia, di sperimentare una sensazione di benessere a tutto tondo.

Per questo, è sembrato molto naturale inserire in questa splendida cornice un festival musicale, con una formula del tutto originale: per una settimana Varignana diventa residenza d’artista, permettendo agli ospiti e agli artisti di godere della magie del luogo, ma soprattutto di entrare in contatto tra loro, scambiando sensazioni ed esperienze che vanno al di là del momento concertistico. Tra l’altro, dopo ciascun concerto segue un momento conviviale, la cena preparata dagli Chef di Palazzo, con i musicisti protagonisti del Festival. Il Varignana Music Festival è l’occasione, dunque, per ascoltare alcuni tra i più prestigiosi artisti del panorama della musica classica e lo si potrà dare immergendosi in un mondo fatto di musica e piacevolezze varie.

«A breve, verrà inaugurato il Pergolato dell’Arte – ci rivela Paola Congedo, responsabile progettazione grandi eventi di Palazzo Varignana – un anfiteatro nel retro dello Spazio Belvedere realizzato ad hoc per ospitare eventi en-plein-air durante la bella stagione. È già in programma, in questa luogo, un concerto corale». Anche questo, suona di promessa di esperienza unica e indimenticabile.

Programma Varignana Music Festival 2017

VENERDÌ 7 luglio ORE 20
GRAND OPENING
CORO E ORCHESTRA DEL VARIGNANA MUSIC FESTIVAL
Lorenzo Bizzarri direttore
NEL PAESE DEL BELCANTO
Rossini, Bellini, Donizetti, Verdi, Mascagni

SABATO 8 luglio ORE 20
ALEXEI VOLODIN pianoforte
Chopin, Schumann

DOMENICA 9 luglio ORE 20
QUARTETTO DI CREMONA
NATALIA GUTMAN violoncello
DIMITRI HOFFMANN viola
Brahms, Čajkovskij

LUNEDÌ 10 luglio ORE 20
QUARTETTO DI CREMONA
ALEXEI VOLODIN pianoforte
Šostakovič

MARTEDÌ 11 luglio ORE 20
GUTMAN TRIO
Rachmaninov, Brahms, Šostakovič

MERCOLEDÌ 12 luglio ORE 20
ALEXANDER ROMANOVSKY pianoforte
Rachmaninov

GIOVEDÌ 13 luglio ORE 20
PATRICIA KOPATCHINSKAJA violino
EMILIA KOPATCHINSKAJA violino
ANTHONY ROMANIUK pianoforte
VIKTOR KOPATCHINSKI cymbalom
Enescu, Kurtág, Crumb, Biber, Bartók

VENERDÌ 14 luglio ORE 20
PATRICIA KOPATCHINSKAJA violino
ANTHONY ROMANIUK pianoforte
C.P.E. Bach, Mendelssohn-Bartholdy, Beethoven, Cage, Lann

SABATO 15 luglio ORE 12
QUINTETTO D’ARCHI DEL TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA
ALEXANDER ROMANOVSKY pianoforte
MARIO STEFANO PIETRODARCHI bandoneon
Molinelli (world première), Chopin

Gli artisti della quarta edizione

Coro e Orchestra del Varignana Music Festival
Fondata appositamente per il Festival, la compagine riunisce le prime parti dell’Orchestra “Arcangelo Corelli”, dell’Orchestra Giovanile Italiana, della Cappella Musicale di Santa Maria dei Servi e della Corale Quadriclavio. Diretta da Lorenzo Bizzarri, compare in sedi che vanno dal Gewandhaus di Lipsia al Vaticano, esibendosi al fianco di Andrea Bocelli come di Zubin Mehta e Placido Domingo.

Alexei Volodin pianoforte
Pianista in residenza dell’Orchestra del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, si esibisce come solista con le principali compagini, quali la London Symphony Orchestra e l’Orchestra Sinfonica della RAI.

Quartetto di Cremona
Fra i più acclamati quartetti italiani, è ospite delle sale più prestigiose, dalla Konzerthaus di Berlino al Coliseum di Buenos Aires, dal Bozar di Bruxelles al Metropolitan di New York.

Natalia Gutman violoncello
Già allieva di Rostropovič, la “Signora del violoncello” è fra i massimi interpreti nella storia del suo strumento, ospite delle maggiori orchestre e diretta fra gli altri da Celibidache, Abbado, Muti e Temirkanov.

Dimitri Hoffmann viola
Collabora con direttori d’orchestra del calibro di Zubin Mehta, Lorin Maazel, Wolfgang Sawallisch, sia in veste di solista che quale prima viola delle principali orchestre europee.

Gutman Trio
Il Trio fondato dalla violoncellista Natalia Gutman riunisce Dmitri Vinnik al pianoforte e Sviatoslav Moroz al violino, e si esibisce in tutto il mondo, incidendo per le più importanti etichette.

Alexander Romanovsky pianoforte
Sin dalla vittoria del Premio “Busoni” 2001, è ospite di orchestre che vanno dalla New York Philharmonic alla Filarmonica della Scala, dalla Chicago Symphony all’Orchestra Nazionale dell’Accademia di Santa Cecilia.

Patricia Kopatchinskaja violino
Violinista moldava ospite di compagini quali Wiener Philharmoniker, Mahler Chamber Orchestra, Orchestre des Champs-Elysées, si esibisce in sale che vanno dalla Carnegie Hall alla Berliner Philharmonie.

Anthony Romaniuk pianoforte
Pianista e clavicembalista, collabora regolarmente con Pieter Wispelwey, l’Australian Chamber Orchestra, la Stuttgart Kammerorchester e in duo con Patricia Kopatchinskaja, con cui ha inciso Take Two (Alpha, 2015).

Emilia Kopatchinskaja violino
Violinista specializzata nell’interpretazione del repertorio classico come del patrimonio tradizionale, è protagonista del cd Rapsodia (Naïve, 2010), oltre a comparire come solista con le maggiori compagini.

Viktor Kopatchinski cymbalom
Solista apprezzato internazionalmente per le sue interpretazioni al cymbalom, strumento tipico dell’Europa centro-orientale, il suo cd Rapsodia è stato premiato da BBC Music, Gramophone, Strad, Pizzicato.

Quintetto d’Archi del Teatro Comunale di Bologna
È composto dalle prime parti dell’Orchestra del Teatro Comunale, compagine di grande tradizione alla cui guida si sono avvicendati maestri quali Celibidache, Peskó, Delman, Chailly, Gatti.

Mario Stefano Pietrodarchi bandoneon
Vincitore del principale concorso per bandoneon, il Trofeo Mondiale C.M.A. di Lorient, compare al fianco di artisti che vanno da Andrea Bocelli ad Andrea Griminelli, Pino Daniele e Riccardo Cocciante.