Ha aperto a Roma Roscioli Caffè Pasticceria, un locale dalle due anime, una per il giorno e una per la sera: pasticceria e ostriche, caffè e champagne

Il giorno e la notte: due momenti diversi di una giornata, due momenti che vengono vissuti in modo differente dalle persone. L’idea che hanno avuto Alessandro e Pierluigi Roscioli è stata quella di creare un locale in grado di soddisfare tutte le esigenze di chi vive il giorno e chi la notte. Nasce così il Caffè Pasticceria Roscioli, in Piazza Benedetto Cairoti a Roma, un locale nato al posto della storica Pasticceria Bernasconi. Con questo locale Alessandro e Pierluigi hanno creato la loro versione del caffè romano.

Un ambiente da vivere dalla mattina alla sera

Il caffè Pasticceria Riscioli è stato inaugurato a metà gennaio circa, dopo un lavoro di restauro, curato dalla studio Morq, che ha dato un volto classico e contemporaneo, con spazi adatti a consumare la prima colazione o degustare ostriche e champagne. Questo doppia anima è legata ai due fratelli: a Pierluigi il giorno, ad Alessandro la notte.

Nella zona giorno di Pierluigi, caratterizzata da un ambiente chiaro e solare, regna sovrana la macchina del caffè composta da una parte a pompa napoletana manuale e una parte dotata di pompa volumetrica: ne esistono solo cinque in tutto il mondo. Perché la scelta di questa macchina per il caffè? Perché così è in grado di gestire perfettamente la preparazione di diverse miscele, modificando temperatura e pressioni, e avere così un espresso ottimale. Sarà data molta importanza alla scelta delle miscele che saranno proposte, alcune sempre disponibili, altre a rotazione. I caffè selezionati arrivano da piantagioni particolari e sono tutti lavorati da Gianni Frasi. Completano l’offerta la tipica pasticceria romana prodotta in modo artigianale nel laboratorio retrostante.

«La filosofia della nuova pasticceria – ha spiegato Pierluigi – sarà quella che da sempre ci contraddistingue: grande attenzione alla materia prima, alle preparazioni, al lavoro in laboratorio e al cliente, sia a livello di narrazione del prodotto sia di accoglienza».

Il nero è invece il colore dominante dalla zona dedicata alla sera di Alessandro, dove un unico tavolo di design fa da padrone della scena. Un ambiente intimo e conviviale allo stesso tempo, dove il serio diretto rende tutto più dinamico e immediato. Qui si possono gustare cocktail, assaggiare vini e gustare ostriche della Normandia e Irlandesi, oltre ad altri frutti di mare e panini preparati con il pane dell’Antico Forno Roscioli e farciti con prodotti che arrivano dalla Salumeria di famiglia.

«Un numero limitato di posti a sedere nella sala interna, intima ma conviviale – ha sottolineato Alessandro – un’offerta variegata di pasticceria tradizionale italiana, ma anche ostriche, cocktail e sandwich gourmet con tutta la nostra attenzione alla selezione dei prodotti».

Ad affiancare i due fratelli Roscioli in questa nuova avventura ci sarà Enrico Rusticali, che avrà il compito di coordinare il locale, e Salvatore Cerasuolo, il sommelier che da sette anni lavora nell’altra insegna di famiglia in via dei Giubbonari.