Il Festival della Mostarda è giunto alla terza edizione, il 14 e 15 ottobre a Cremona e Mantova questa salsa sarà protagonista di incontri e degustazioni

Non c’è due senza tre e allora ecco la terza edizione del Festival della Mostarda. Un evento che unisce le provincie di Cremona e di Mantova sotto lo stesso sapore piccante e dolciastro tipico di questo prodotto unico, che nasce in questo lembo della Pianura Padana. L’appuntamento è dunque per il 14 e 15 ottobre nelle città di Cremona e Mantova.

Molti chef sono affascinati dalla versatilità della mostarda come ingrediente

Anche questa edizione si svilupperà in due giornate, dove nei due capoluoghi di provincia si alterneranno incontri, degustazioni, eventi culturali. I visitatori potranno assaporare la Mostarda nelle sue diverse declinazioni, perché a Cremona è fatta con tanti frutti assieme, mentre a Mantova si preferisce di monofrutto. Inoltre, molti chef stanno lavorando per trasformarla in qualcosa di diverso.

La partita per il successo della mostarda passa attraverso un processo di destagionalizzazione e di ringiovanimento. Non più una salsa da usare nelle fredde e nebbiose giornate invernali, per accompagnare un piatto di bollito, ma qualcosa che da verve a una ricetta. La mostarda è considera dagli chef un ingrediente molto versatile, i più creativi lo utilizzano con altre carni, come il maiale o l’agnello, per dare vita a saporite polpette di bollito (perché non si deve buttare via niente) o a pasta ripiena alternativa, diversa dai tradizionali tortelli di zucca. Durante il periodo del Festival, e dal 14 al 29 ottobre nei ristoranti cremonesi che aderiscono all’iniziativa, si potranno scoprire diverse creazione e gustare la versatilità di questo prodotto.

«Il Festival della Mostarda – ha spiegato Gianni Fava, assessore all’Agricoltura della Regione Lombardia e tra i creatori del Festival – ha avuto il merito in questi anni di rilanciare un prodotto che fa parte della tradizione gastronomica padana ed è non soltanto un simbolo della cucina, ma costituisce un traino all’economia dei territori delle province di Mantova, Cremona e Pavia. È un prodotto che, proprio grazie all’evento che Regione Lombardia ha fortemente voluto, si sta destagionalizzando sempre di più e viene consumato non più solamente nelle stagioni più fredde, ma tutto l’anno, attraverso ricette secolari e accostamenti più estrosi, ispirati dalla fantasia dei cuochi».

Il programma della kermesse è molto vasto. Gli eventi di Cremona si terranno al PalaMostarda, giardini pubblici di Piazza Roma, mentre a Montava sabato 14 sarà Palazzo Andreani (via Calvi 28) a ospitarli, mentre domenica 15 la sede diventerà la Loggia del Grano (via Spagnoli)

 

Programma

Cremona

Sabato 14 ottobre

  • Ore 10.30 si terrà al PalaMostarda l’incontro “Mostarda & Mostarde” che tra i relatori vedrà la partecipazione di Giovanni Ballarini, Carla Bertinelli Spotti, Ambrogio Saronni e Francesco Pucci. L’incontro sarà moderato da Vittoriano Zanolli, Direttore del quotidiano “La Provincia”.
  • Dalle 15.30 alle 17.00 i bambini saranno protagonisti del laboratorio “Mostarda Kids”.
  • Dalle 19.30 musica dal vivo con “MostarDj” con il dj set di Davide Monteverdi, sempre al PalaMostarda.

Domenica 15 ottobre

  • Ore 10.30 si terrà l’incontro “MostardaMente” che moderato da Vittoriano Zanolli, vedrà gli interventi di Giancarlo Corada, Marco Tanzi e Barbara Manfredini.

Le degustazioni si terranno. Sabato: dalle 14.00 alle 19.00 Domenica: dalle 15.00 alle 19.00 Gli spazi espositivi allestiti presso il PalaMostarda saranno aperti sabato dalle 10.00 alle 24.00 e domenica dalle 10.00 alle 19.00.

Mantova

Sabato 14 ottobre

  • Dalle 16.00 alle 18.30, i visitatori potranno eccezionalmente visitare Palazzo Andreani, una delle più originali e pregevoli testimonianze del liberty mantovano, realizzato a inizio ‘900 dall’architetto Aldo Andreani.

Domenica 15 ottobre

  • Dalle 10.00 alle 19.00, esposizione e degustazione di eccellenze gastronomiche con i produttori di mostarde e il Consorzio Lombardo Produttori Carne Bovina presso la Loggia del Grano della Camera di Commercio.
  • Dalle 16.30, il critico enogastronomico Paolo Massobrio condurrà il talk show dal titolo “Le quattro stagioni della mostarda” al quale interverranno : Carlo Zanetti, Presidente della Camera di commercio di Mantova, l’Assessore Regionale all'Agricoltura di Regione Lombardia, Fabio Molinari, giornalista e storico, Savino Poffa de Il Mangiafuoco di Brescia, Luca Presti de Il Tesoro Living Resort di Rodigo (Mn), Matteo Scibilia dell’Osteria della Buona Condotta di Ornago (Mb), Luigi Taglienti del Lume di Milano, Vincenzo Triolo de Gandulin di Belgioioso (Pv) e Donato Turba de Antica Macelleria Turba Ristorante di Rivolta d'Adda (Cr). Al centro del dibattito, la versatilità della mostarda, un prodotto che può avere un ruolo ancora maggiore nella cucina italiana, anche al di fuori della classica stagione invernale e delle festività. Nel corso del talk saranno svelate le ricette più curiose con la mostarda, risultato di una indagine lanciata tra i ristoranti premiati dal Gatti Massobrio, Taccuino dei ristoranti d’Italia.