Inaugurata La Bottega dal Cuore Contadino a L’Agricola di Lainate. Qui si potranno trovare tutti i formaggi prodotti dal caseificio interno, compreso quello che ha vinto il premio come migliore al mondo in un concorso internazionale

La figura del contadino e della fattoria è cambiata negli anni, non è più solo un luogo dove regna il lavoro, spesso fatto da poche persone e tante macchine, ma si è trasformato in un punto di aggregazione. Oggi affiancano la coltivazione e l’allevamento la ristorazione, la trasformazione e la vendita diretta, oltre ad attività didattiche e sociali. Un perfetto esempio di fattoria moderna è L’Agricola di Lainate, alle porte di Milano.

L’Agricola è l’esempio perfetto della fattoria del futuro dove agricoltura e servizi si incontrano

Questa realtà era nel 1937 una piccola fattoria attorno a Milano, città che non ha mai perso di vista la sua vocazione agricola, e negli anni, grazie alla famiglia Santacatterina, si è ampliata sia come dimensioni sia come servizi. La svolta è avvenuta con l’arrivo al timone di Aldo Santacatterina che ha dato il via alla trasformazione che continua tutt’ora.

In questo periodo è stata inaugurata La Bottega dal Cuore Contadino, una struttura organizzata per vendere al pubblico quello che L’Agricola produce e seleziona da altre realtà che puntano alla qualità dei prodotti e lavorano con etica e amore. La parola amore non è usata a caso, infatti, è questo sentimento nei confronti della terra e della fattoria di famiglia che ha spinto Aldo a trasformala in una struttura moderna che ogni fine settimana è capace di accoglie diverse migliaia di persone che vengono a L’Agricola per mangiare, giocare e passare una giornata alla scoperta dei segreti della campagna.

Il primo passo, compiuto sin dagli anni Ottanta, è stato l’avvio della trasformazione del latte, diventando sia allevatore sia casaro. Ha cambiato anche il tipo di animale allevato, minimizzando la presenza di vacche a favore delle capre. Oggi i suoi formaggi di capra hanno ricevuto molti riconoscimenti, tra cui quello di migliore al mondo all’International Cheese Awards, a Nantwich (Inghilterra) nel luglio 2017. Il premio è stato vinto dal Cremoso di Capra, mentre il Blu di Capra si è aggiudicato un bronzo.

Si possono trovare, assieme ad altre specialità, nel banco formaggi de La Bottega. L’Agricola, però, è anche ristorazione con una gelateria, una Amburgeria, una caffetteria e un ristorante. Un’offerta a 360 gradi che si completa con spazi dedicati alla didattica e al gioco.

Nei prossimi tempi saranno ampliati e lanciati nuovi servizi a partire da La Fattoria Didattica, con accordi con le scuole del circondario e la creazione di corsi ad hoc. Spazio anche a un Orto Didattico, da affiancare alla fattoria, dove i visitatori potranno imparare a conoscere le verdure e i segreti della loro perfetta coltivazione.

L’Agricola Lab è un progetto più ambizioso, coinvolge anche istituiti universitari, e vuole essere un contenitore di idee sul territorio e sul cibo, con un occhio sul presente e uno sul futuro. L’Agricola Incontra, invece, vuole diventare un contenitore culturale per il mondo variegato dell’arte con eventi musicali, culturali e artistici a tutto tondo. Con la Fattoria Sociale si vuole dare un supporto attivo a persone con disabilità fisiche e psichiche che possono trarre giovamento dall’interagire con l’ambiente contadino e con i suoi valori.

In questa realtà lavorano circa 140 persone, divise tra chi coltiva i 17 ettari, chi si occupa delle capre, delle vacche e degli altri animali, chi si occupa del caseificio e chi della ristorazione. Un piccolo esercito che tutti i giorni della settimana cerca di offrire ai visitatori servizi sempre migliori.

Aldo Santacatterina, assieme a sua moglie Anna e ai suoi figli, Andrea, Fabio e Stefano, ha in serbo molte altre iniziative per rendere L’Agricola un luogo sempre più ospitale e vicino alle esigenze della società moderna che ha sempre più bisogno di ritrovare un contatto con l’ambiente che la circonda per capirlo e proteggerlo. Oltre che per apprezzare la bontà dei frutti della terra, prodotti senza mediazioni industriali.