Presentata da Ibis una linea di quattro tramezzini realizzati con pane senza glutine e con ricche farciture ispirate alla tradizione di questi panini

Sensibilizzare. È la parola d’ordine: far capire a più persone possibile che la celiachia è una malattia che può essere oggi diagnosticata e i cui sintomi possono essere curati con una opportuna dieta senza la presenza di glutine. Un celiaco adesso è in grado di vivere una vita normale, senza perdere il piacere della tavola, mentre qualche anno fa mangiare un panino era impossibile. Oggi, per fortuna, diverse realtà stanno proponendo prodotti senza glutine particolari, come Ibis che presenta dei tramezzini gluten free.

La celiachia è una patologia che sembra colpire di più le donne degli uomini

Nella Settimana Nazionale della Celiachia è importante far conoscere sempre di più questa malattia che colpisce una persona ogni 100. Oggi sono stati diagnosticati circa 180mila celiaci, ma in realtà i medici se ne aspettano 600mila. Con una maggiore informazione e un numero superiore di analisi il numero di celiaci è cresciuto del 15 per cento. Curiosamente è una patologia che colpisce le donne in un numero doppio rispetto agli uomini e adesso sembra essere concentrata di più al Nord Italia rispetto alle altre regioni. Forse i celiaci mancanti sono da ricercare al Centro e al Sud.

Essendo la dieta l’unica arma per contrastare la celiachia è attraverso una sempre più ricca offerta che queste persone possono migliorare la loro qualità di vita. Ibis, come detto, ha iniziato a commercializzare una nuova linea di tramezzini senza glutine, basati su quattro ricette sfiziose: prosciutto arrosto e funghi; mozzarella senza lattosio e pomodori; tonno, pomodori e olive; verdure e gamberi con salsa cocktail.

«Sappiamo bene come, anche una volta conclamata la presenza di celiachia, non sia semplice cambiare il proprio stile di vita – ha dichiarato Roberto Gheritti, direttore commerciale Ibis – Oggi trascorriamo sempre più tempo fuori casa, spesso ci concediamo un pranzo veloce tra un appuntamento di lavoro e un altro, e per chi è intollerante al glutine è davvero difficile riuscire a vivere un importante momento di socialità, come quello dei pasti, nella maniera più naturale possibile. Per questo abbiamo ideato i tramezzini senza glutine. Da sempre questa società è sensibile alle necessità dei consumatori e considerando la diffusione di questa patologia, non potevamo non pensare a un prodotto capace di soddisfare anche questa esigenza. I nuovi tramezzini, infatti, sono prodotti innovativi che, siamo convinti, potranno significare molto sia a livello nutrizionale che sociale. Garantiranno finalmente a tutti la libertà di essere liberi, in ogni situazione».

Saranno prodotti nello stabilimento di Gazoldo degli Ippoliti a Mantova. Qui è stata creata una nuova struttura, completamente separata dal resto per evitare contaminazioni, certificata e autorizzata a confezionare snack liberi da glutine. Il pane è frutto di un processo di ricerca per riuscire a ottenerne uno con le caratteristiche più simili a quello tradizionale. Viene prodotto con una miscela di amici e non contiene olio di palma. Queste quattro nuove referenze sono disponibili nelle principali catene della Gdo, nei negozi specializzati Mamey e nelle farmacie, oltre che nei punti vendita Chef Express del Gruppo Cremonini.