Il progetto Frixium nasce dallo studio dei piatti della tradizione tricolore, il primo locale dedicato agli amanti del fritto nasce a Firenze

A Firenze si dice “fritta è buona anche una ciabatta!” e infatti: “Chi non ama il fritto?”. Così, proprio nel cuore del capoluogo toscano, in Borgo degli Albizi 58 rosso, è nato Frixium, posto ideale dove mangiare per i ghiotti del croccante.

Particolare attenzione sarà dedicata all’olio usato e alle attrezzature, così da avere un fritto leggero

Mangiare da Frixium significherà gustare prelibatezze fritte di alta qualità, tipiche della cultura culinaria delle varie regioni d’Italia e diverse dalle solite patatine e crocchette che vengono normalmente offerte quando si ordina del fritto. Infatti, sarà disponibile una sfarzosa varietà di prodotti fritti tipici della cucina italiana. Per scovare tutte le leccornie fritte a giro per l’Italia, Frixium ha fatto una lunga ricerca di regione in regione, che è stata anche un viaggio nel passato, nei retrobottega delle sensazioni papillari dimenticate e meno note, al fine di far conoscere a tutti il sapore di quei gusti fritti tradizionali. Così, molti piatti di fritto saranno riscoperti e resi attuali nelle innovative proposte e combinazioni sensoriali di Frixium, che rende nuovo l’antico. Inoltre, per soddisfare le esigenze di tutti, sono stati studiati anche menù per celiaci e vegani.

Per esser certi che i prodotti suggeriti siano appetibili per i clienti, sono stati fatti ben quattro test d’assaggio, così che, per ogni prodotto testato, è già conosciuto il reale livello di gradimento sia a livello globale che suddiviso per sesso e fasce di età. Per ogni prodotto-Frixium si conosce già il target di riferimento e si ha un “avatar” del cliente tipo.

Quello di Frixium sarà un fritto sano. Ciò non deve strabiliarci. L’insistente idea che il fritto faccia male è dovuta al fatto che solitamente non vengono rispettate né le temperature di cottura né tantomeno la purezza dell’olio, rimettendosi piuttosto all’esperienza di chi frigge e alla sua valutazione personale. Se ciò può forse andar bene in un contesto domestico, in uno commerciale non è accettabile. Perciò, Frixium ha selezionato oli di primissima scelta e usa impianti e attrezzature all’avanguardia garanti della qualità della frittura in modo oggettivo. Inoltre, sull’interattivo portale Frixium sarà disponibile una biologa nutrizionista per dare consigli ai clienti e per spiegare loro le proprietà organolettiche non nocive del fritto Frixium. A prova di ciò, i test condotti hanno confermato la leggerezza dei prodotti Frixium, provata dagli assaggiatori il giorno successivo al test.

La più grande sfida che Frixium si è proposta – e a cui sta già lavorando – è dar vita a una catena commerciale in franchising che venda in Italia e all’estero le delizie croccanti della tradizione italiana, sotto un marchio che ne certifichi la qualità e il gusto. Ovunque sarà riconoscibile il nome Frixium e ovunque si potrà vivere la stessa fragrante esperienza culinaria in un ambiente che “profuma” d’Italia, ma che è anche elegante, fresco, moderno: si definiscono “boutique gastronomica”.

Inoltre, sul sito sarà possibile godere di magnifiche fotografie e farsi conoscere come fotografi. Infatti, Frixium si è impegnato in un progetto fotografico , aprendo sul proprio portale una sezione di gallerie dove esporre opere fotografiche. "Percorsi d'arte, nutrimento dell'anima" è il nome di questo spazio. Chiunque (fotografi professionisti e non) potrà proporre una sua galleria. Ogni fotografo selezionato, potrà avere la sua immagine all’interno del sito Frixium, con la sua personale presentazione. Le gallerie fotografiche saranno visualizzate nei Punti Vendita attraverso monitor HD.

Con queste attenzioni e soprattutto con i suoi studi per riproporre piatti fritti, tipici della tradizione regionale italiana, Frixium vuol far sentire il cliente a casa sua, ovunque si trovi.