Specializzata nella alimentazione per gli atleti FitChef assieme a Grani Italiani lancia una linea di piatti pronti che si conservano a temperatura ambiente

La rivoluzione comincia nelle palestre. Piatti pronti, bilanciati e senza conservanti, che stanno fuori frigo per sei mesi, dunque comodi da trasportare, e in più conservabili e consumabili a temperatura ambiente. Un’ottima soluzione in aiuto agli sportivi che da sempre si chiedono cosa mangiare dopo l’allenamento. L’autentica novità arriva da una start up con sede a Milano, Grani Italiani, che ha avviato una partnership con FitChef, azienda di Latina, orientata su prodotti per sportivi. Grani Italiani ha brevettato un processo che va a stabilizzare il prodotto per restare fuori frigo a temperatura ambiente garantendo sicurezza alimentare e mantenimento del profilo nutrizionale. Il socio di produzione è la società Dama di Villamagna, in provincia di Chieti, che ha alle spalle una lunga attività nella preparazione di piatti per la ristorazione.

Le preparazioni sono senza conservanti, bilanciate e gustose, e possono essere tenute anche nel cassetto dell’ufficio fino a sei mesi

«Abbiamo avviato una partnerhsip con FitChef di Latina per la distribuzione di una linea dedicata agli sportivi, in particolare nelle palestre – spiega Angelo Loforese di Grani Italiani – Abbiamo preso le loro ricette, distribuite come fresco, e ideate da nutrizionisti chef e trainer, e le abbiamo trasformate in fuori frigo. Quando Fitchef ha detto ai loro clienti che i nuovi prodotti si conservavano a temperatura ambiente per mesi hanno avuto una numero di richieste allucinante da ogni parte del mondo».

Al momento le ricette fuori frigo FitChef sono una dozzina, ma verranno implementate. Le razioni vanno da 120 grammi a oltre 300 grammi. Tutto cotto, niente crudo, se si escludono altri prodotti del brand come mousse proteiche o burro d’arachidi. Al palato il gusto è sorprendente, se rapportato alla comodità d’uso. Si va dal trancio di salmone al pepe rosa al petto di pollo grigliato, cuscus di mare o verdure, riso Venere con verdure. Preparazioni semplici e comode, come riso, pollo e broccoli, un classico piatto dei body builder. E soluzioni vegetariane e vegane. Il costo va dai 2 ai 5 euro.

«Noi forniamo piatti pronti ideali per l’allenamento – spiega Andrea Loforese di FitChef – Si possono tenere in borsa o magari la stessa palestra li potrà distribuire. Il prodotto è studiato per lo sportivo in genere, con pochi grassi saturi e zuccheri semplici. La mezz’ora subito dopo lo sforzo è il momento migliore per nutrirsi, si chiama finestra anabolica. È quella dove si riesce a trarre i migliori benefici dal cibo, specie se il bilanciamento è corretto. La shelf-life è di circa sei mesi, in questo lasso si mantiene anche il gusto e la freschezza oltre a essere sicuri dal punto di vista della conservazione. Sono ideati per il fitness ma possono essere utilizzati comodamente anche da chi va in ufficio: volendo possono anche non essere riscaldati».

I prodotti si acquistano sul sito e-commerce di FitChef. Prossimamente suggerirà anche dei percorsi personalizzati in base all’attività, con soluzioni anche settimanali o mensili. FitChef sta cominciando a essere apprezzata dal mondo sportivo e diversi professionisti del settore come personal trainer e nutrizionisti si affidano ai nuovi piatti pronti come ausilio nel loro lavoro al contatto col cliente. Una vera e propria squadra del benessere che li rende ambasciatori del prodotto.

La tipologia dei consumi sta dunque cambiando. Il ready to eat è il «fenomeno del momento», come rileva il rapporto Coop 2018. Nei supermercati, il pronto al consumo viaggia a un più 6 per cento . E cresce sempre di più l’e-food. Solo nei primi tre mesi del 2018, 3,5 milioni di italiani (+ 80 per cento rispetto al 2017) sono ricorsi al food delivery. E gli acquisti alimentari online nei primi 6 mesi dell’anno hanno fatto registrare un +34 per cento, ricorda il dossier.