Nasce il Balanced business break: il menu del bistrot del Devero di Cavenago di Brianza, il Dodici24, viene deciso da chef e nutrizionista

Un pranzo veloce, un panino volante, piatti come «carburante»: roba vintage. Oggi gusto e salute vanno a braccetto. E anche un pranzo di lavoro non deve trasmettere solo sapori, ma seguire un profilo nutrizionale corretto. Il bistrot Dodici24 del Devero Hotel & spa, a Cavenago di Brianza, lancia il Bbb, Balanced business break, un menu basato su una selezione di piatti equilibrati, leggeri, frutto della collaborazione tra lo chef della struttura, Moreno Ungaretti, e il biologo-nutrizionista Antonio Vergara.

L’executive Moreno Ungaretti e il biologo-nutrizionista Antonio Vergara propongono una serie di piatti equilibrati arricchiti da superfood

I cibi del benessere e i superfood entrano anche nella pausa pranzo che diventa pausa benessere. Risotto integrale agrumato mantecato all’olio extravergine di oliva e gocce di mango; Fusilli di pasta di grani antichi saltati ai pistacchi su crema di ceci e cavolo nero croccante; trancio di salmone scottato allo zenzero e tartare di avocado e cetrioli; Piovra con ceci, zucchine, pomodorini e sesamo nero. Sono queste alcune delle proposte smart.

«La stagionalità è una linea guida importante nello sviluppo delle proposte che compongono questo menù – spiega l’executive chef Moreno Ungaretti – bilanciato non solo per i suoi componenti, ma anche per la capacità di abbinare benessere e sapore. Ogni due mesi proponiamo una selezione “ragionata” di piatti che sappiano incuriosire il palato, senza tradire l’obiettivo salutistico. Mangiare sano non significa mortificare il sapore, ma, al contrario, valorizzare ogni ingrediente anche per la sua componente nutrizionale».

Nessuna limitazione, dunque, sul gusto, ma la calibratura dei piatti per migliorare lo stato di salute nell’ottica delle positive nutrition. E anche, perché no, potenziare la produttività lavorativa.

«L’alimentazione – precisa Vergara, che è consulente nutrizionale per la spa della struttura – ha un ruolo baricentrico per il mantenimento del benessere fisico e psicologico, contribuendo a migliorare il livello delle performance richieste durante l’intera giornata. Una dieta bilanciata con apporti nutritivi completi diventa l’elemento su cui agire per ottenere risultati efficaci».

«Il segreto – aggiunge Vergara – è scegliere un’alimentazione a base di “cibo vero”, naturale e non industrializzato, che abbia subito minori trattamenti possibili e provenga da coltivazioni o produzioni il più possibile “nature”. Per dare forza all’organismo è necessario infatti nutrirsi correttamente sia per la quantità e qualità di cibo sia per il tipo di alimenti».

L’offerta del Bbb guarda anche alle bevande del «wellness», alternative ad acqua e vino, e correttamente abbinate al menù: Frullato banana, zenzero, latte di cocco, ananas e spinaci; Frullato di avocado, frutta di stagione e verdure; succhi bio.

Il Devero Hotel ha una posizione strategica (a 28 km dall’aeroporto di Orio al Serio e a 29 km da quello di Linate). L’offerta ristorativa si completa con il Lounge Bar e soprattutto con il Ristorante gourmet Devero, che da marzo 2017 vede protagonista Moreno Ungaretti. Il giovane chef, classe ’80, Scuola Alberghiera a Lucca e diverse esperienze in Italia, ha ricevuto una pesante eredità, quella di Enrico Bartolini, due stelle Michelin proprio al Devero.

La valorizzazione del territorio, la tradizione italiana, di mare e di terra, il richiamo lombardo, riletti in chiave contemporanea, sono un po’ il fil rouge della sua cucina. L’Incanto gratin prevede storione cotto in acqua di rose, mandarino, caviale, sfogliatine con semi di chia, radicchio tardivo, crema di nocciole; il Ritorno del piccione è preparato con Risotto Carnaroli mantecato al pecorino di Pienza Gran riserva, zucca in crema, piccione al caffè, mostarda di mele cotogne; la Tajine dal mare è zuppetta Thai, capasanta al tè verde, ricciola in latte di cocco, tartufo di mare, gambero di Mazara del Vallo crudo. Grande attenzione è riservata, poi al mondo vegan e alle svariate intolleranze (è disponibile una carta gluten free).

La promozione dell’italian style e l’attenzione green sono evidenti anche nell’intera struttura, costruita nell’ottica della riduzione dell’impatto ambientale e del risparmio energetico. Inaugurata nel 2008, dispone di 138 camere, 14 sale meeting, due sale cogressuali fino a 800 posti, una sala banchetti, la medical spa di 500 mq e la palestra.