Iniziativa del Mtv Toscana che il 5 marzo fa incontrare il mondo del vino e quello del cristallo a Cantine e Cristallerie aperte a Colle di Val d’Elsa

Dinggggg, forse poteva starci qualche altra g, ma questo è il suono che fa un calice di cristallo quando lo si colpisce. Quando si versa dentro del vino cambia, ma rimane sempre musicale. Chi volesse provare a fare ding con un calice vuoto e poi pieno può partecipare alla seconda edizione di Cantine Aperte di Cristallo, una manifestazione organizzata da Movimento Turismo del Vino Toscana in collaborazione con il Consorzio del Cristallo di Val d’Elsa. L’iniziativa, che si terrà il prossimo 5 marzo, vuole essere un momento di incontro e conoscenza tra il vino e il mondo delle cristallerie. Si terrà a Colle di Val d’Elsa, un borgo in provincia di Siena, famoso per la lavorazione del cristallo (qui si produce il 95 per cento del cristallo italiano).

Sarà possibile farsi personalizzare il calice

Hanno aderito all’iniziativa cinque cristallerie e venti cantine. Sarà dunque possibile degustare il vino all’interno dei laboratori dove si producono gli oggetti e i calici di questo prezioso materiale. Dalle 10 alle 18 del 5 marzo si potrà percorrere un tour per il borgo senese alla scoperta di questi laboratori e degustare i vini. Il kit di degustazione prevede, oltre al calice, anche la mappa con il percorso da seguire per scoprire tutti i luoghi coinvolti.

«A pochi giorni dalla seconda edizione possiamo dirci soddisfatti per la partecipazione sia di cantine sia di cristallerie – ha spiegato il presidente del Mtv Toscana, Violante Gardini – segno evidente che è una manifestazione che può crescere e che darà la possibilità di scoprire, oltre alle eccellenze artigianali e vitivinicole toscane, anche un borgo turistico di rara bellezza quale è Colle di Val d’Elsa».

I partecipanti a Cantine Aperte di Cristallo potranno anche farsi creare dei calici personalizzati, inoltre, sarà possibile acquistare calici e altri oggetti in cristallo a prezzi speciali per l’occasione. Grazie ai sommelier Fisar sarà possibile anche scoprire i segreti dei vini in degustazione. Ci saranno anche due lezioni sul “bon ton” a tavola, su come scegliere il vino, servirlo e spiegarlo in base al menu. Questi momenti didattici si terranno alle 12 e alle 16 alla cristalleria Colle Vilca.

Il Consorzio del Cristallo di Colle Val d’Elsa ha organizzato per l’evento dei veri e propri tour per spiegare come si lavora il cristallo, si potranno vedere i forni accesi e vedere all’opera gli artigiani mentre realizzano oggetti soffiando a bocca il cristallo. Hanno aderito Le cristallerieColle Vilca, Museo del Cristallo, La Grotta del Cristallo, Cristallo d’Arte – Mario Belli, Moleria Franco Cucini.

Parte del ricavato sarà devoluto all’associazione “Daniele Mariano” che ha come obiettivo la lotta alla leucemia e ai tumori infantili.