Due giovani imprenditrici hanno dato via al sito di commercio elettroni La Frutta del Conte per portare in tutta Italia le arance siciliane appena raccolte

Uno dei tipici profumi dell’inverno è quello di arance, quando vengono sbucciate rilasciano dalla buccia l’inconfondibile aroma. L’arancia è indubbiamente il frutto che rende dolce la stagione invernale. Anna e Stefania hanno fondato La Frutta del Conte per permettere a tutti di poter gustare questo frutto nel suo momento migliore.

Tutti i frutti non vengono trattati e arrivano a casa in 48 ore

La Frutta del Conte è un sito di commercio elettronico pensato e sviluppato da queste due amiche per far arrivare in tutta Italia i frutti nati nelle coltivazioni della famiglia di Stefania tra Catania e Siracusa. In catalogo ci sono gli agrumi tipici della sicilia: clementine, mandarini, limoni e le arance nelle varietà Navel, Tarocco, Moro e Sanguinello.

Una ricca di offerta strutturata per far arrivare a casa del cliente la frutta migliore: raccolta e spedita entro 48 ore, facendo in modo che l’ordine venga evaso evitando il fine settimana, impedendo così che l’ordine rimanga in giacenza presso il corriere.

«È nostra premura – dicono Anna e Stefania – stabilire un rapporto che sia il più possibile di prossimità e fiducia reciproca con i consumatori e, per questa ragione, facciamo ogni giorno delle scelte che ci pongono come alternativa ai canali di acquisto tradizionali, basando la nostra attività sui principi dell’affidabilità e della sostenibilità. Tutto questo si traduce nell’offerta di prodotti esclusivamente locali, stagionali, giunti al miglior grado di maturazione e, elemento distintivo per gli agrumi, non abbiamo bisogno di fare trattamenti post-raccolta perché i tempi che garantiamo tra raccolta e consumo sono brevissimi, dunque non c’è rischio di deperibilità».

Questi frutti, dunque, possono essere mangiati tutti, visto che hanno la buccia non trattata con cere. L’offerta è stagionale e quando non è tempo di agrumi sulle piante ci son le pesche tabacchiere e i fichi d’india. A completare il catalogo ci sono le marmellate di agrumi, ottenute usando gli agrumi più piccoli, quelli che spesso vengono scartati e buttati, e l’olio extravergine di oliva. Quest’ultimo viene prodotto usando olive della varietà Nocellara Etna. Le piante di ulivo come da tradizione sono usate come frangivento nella coltivazioni di agrumi.

Anna e Stefania hanno però un sogno. Adesso La Frutta del Conte ha in catalogo i frutti della Sicilia di Stefania, ma vorrebbero un giorno poterlo ampliare con i prodotti dell’Emilia di Anna.